Sam Chuk Market

By alex ercolesi - mercoledì, maggio 03, 2017


L’atmosfera dello stile di vita Thailandese anni quaranta, cinquanta, sessanta continua a rivivere al mercato di Sam Chuk, il 100 Years Rim Nam Market, uno tra i più antichi e ancora sopravvissuto alle modernità,

questo luogo potrebbe essere paragonato a un museo vivente con tante storie da raccontare e tramandare da generazione in generazione cosi come le ricette delle gustose specialità locali tra le quali hanno certamente una nota di rilievo le polpette di porco o di pesce che qui assumono una dimensione esagerata.  Il mercato di Sam Chuk non può essere banalmente classificato come un’attrazione turistica ma è un esempio di come salvaguardando il passato e con un occhio di riguardo verso l’ambiente si riesca a valorizzare un territorio senza fare disperdere il patrimonio umano di questa piccola e antica comunità Cinese sorta lungo la sponda del fiume Tai Chin ai tempi di Re Rama V


Grazie a questo mercato gli abitanti del villaggio non sono emigrati verso le fabbriche ma continuano a vivere di piccolo commercio come hanno sempre fatto da generazioni, le molte storie di questa comunità sono raccontate nella casa museo appartenente a Khun (Khun sta per signore) Jumnong che s’incontra passeggiando lungo i vicoli di Sam Chuk tra vecchie abitazioni di teak e negozi dall’aria nostalgica.   Qui a Sam Chuk è tutto nostalgico, tutto è old fashion; caffè (il pier coffee shop nella soi 1 di certo merita una breve sosta), barbieri, studi fotografici e botteghe, qui si continuano a vendere dischi in vinile, giocattoli di zinco, poster e cartoline,  ma quello che richiama maggiormente al passato è certamente il grande senso della comunità che qui è molto forte e improntato a favorire il benessere di tutti, la gente di questo villaggio si da una mano a vicenda e insieme hanno lavorato duro e nell'interesse generale preservando il tradizionale stile di vita della comunità per lasciare un contributo alle nuove generazioni cui mostrare come vivevano i loro nonni e bisnonni. Nel 2009 il villaggio ha anche ottenuto un riconoscimento Unesco per la tutela del patrimonio culturale.
 Il 100 years rim nam market è tutti i giorni dalle prime ore del mattino all’imbrunire ma è molto frequentato durante i fine settimana e festivi esclusivamente dai Thailandesi, il mattino affluiscono distinte signore oltre la mezza età per comprare specialità alimentari ma forse per assaporare un'aria di altri tempi che le ricordano la loro giovinezza, dopo mezzogiorno arrivano i più giovani sempre attratti da tutto quello che è “vintage”, i turisti stranieri che s’incontrato forse saranno al massimo due o tre poiché per il momento questo mercato resta fuori dai circuiti turistici abituali.













Come raggiungere il Mercato:
in auto  guarda la mappa
Da Bangkok verso Bang Bua Thong (Nonthamburi) e poi proseguire in direzione Supanburi lungo la Highway 340 , in prossimità del km 107 si gira a destra seguendo le indicazioni per Sam Chuk.
in Bus
Regolarmente svariate volte a giorno partono sia dal New Southern Bus Terminal Sai Tai Mai, sia dal Norther terminal Bus di Mor Chit 2 quelli diretti a Suphanburi. 


  • Share:

You Might Also Like

0 commenti